PERCORSO://Liceo Economico Sociale
Liceo Economico Sociale2020-07-02T20:24:23+02:00

dall’Anno scolastico 2020/2021 l’offerta dell’IISACP di Orvieto si arricchisce con l’apertura di un nuovo indirizzo:

Il Liceo Economico Sociale LES è il nuovo indirizzo di studio aperto ad Orvieto.

Grazie allo studio di discipline economico e giuridiche, linguistiche e sociali, scientifiche ed umanistiche offre agli studenti una preparazione liceale aggiornata e spendibile in più direzioni.

  • Studio approfondito di due lingue (Inglese e Spagnolo);
  • Interpretazione dei fenomeni sociali con lo studio delle Scienze Umane;
  • Analisi statistiche e scientifiche del mercato;
  • Consapevolezza dei fenomeni economici e giuridici della tua società;
  • Didattica digitale in aule tecnologiche.

Il nuovo Liceo economico sociale consente di acquisire strumenti culturali per affrontare in profondità questioni attuali – dalle risorse disponibili alle regole giuridiche della convivenza sociale, dal benessere individuale e collettivo alla responsabilità delle scelte da compiere – attraverso il concorso di più materie di studio, tutte interessanti per uno studente di oggi.

E’ il liceo della contemporaneità e della complessità, perché unisce una solida preparazione umanistica e scientifica a forti innovazioni, con una vocazione allo studio interdisciplinare, in una prospettiva internazionale e orientata alla collaborazione con il mondo produttivo e della ricerca.

L’indirizzo economico sociale si avvale di contenuti, strumenti e metodi di discipline diverse, quali le discipline economiche e giuridiche, linguistiche e sociali, scientifiche ed umanistiche, tutte ugualmente importanti per fornire una preparazione liceale aggiornata e spendibile in più direzioni.

Il LES è l’unico liceo non linguistico dove si studiano due lingue straniere, dove le scienze economiche e sociologiche si avvalgono delle scienze matematiche, statistiche e umane (psicologia, sociologia, antropologia, metodologia della ricerca) per l’analisi e l’interpretazione dei fenomeni economici e sociali, dove l’approccio umanistico mette la persona al centro dell’economia, e dove si studiano interdipendenze e legami tra la dimensione internazionale, nazionale, locale ed europea, tra istituzioni politiche, cultura, economia e società.

Ciò che distingue l’identità del liceo economico-sociale da quella degli altri licei, ma anche dall’istruzione tecnica economica, è l’integrazione di discipline complementari e lo sguardo rivolto alla contemporaneità, insieme all’interesse per la ricerca. Ed è ciò che d’altra parte lo avvicina alle scienze contemporanee, le cui scoperte sempre di più avvengono all’intersezione tra ambiti culturali diversi.

L’indirizzo economico sociale colma un vuoto storico degli ordinamenti liceali italiani rispetto a due elementi cruciali della società contemporanea: l’economia e il diritto. Nonostante la centralità incontestabile della dimensione economica nel mondo di oggi, permaneva infatti un incomprensibile ritardo della scuola italiana nel fornire strumenti di conoscenza e competenza in merito. Quali regole/principi presiedono l’organizzazione economica di uno stato moderno? quali processi ne sostengono il sistema produttivo? quali le dinamiche sociali correlate? Sono queste solo alcune delle domande fondamentali su cui per tutti i cinque anni si svilupperà la riflessione degli studenti.
Al filo economico, il curricolo intreccia quello giuridico, estendendo la riflessione ai diritti/doveri di cittadinanza nazionale, europea, mondiale per sollecitare il rispetto degli altri, il senso civico, il valore della partecipazione democratica, la costruzione di nuove identità/sensibilità capaci di pensare il pianeta come sistema che interpella la responsabilità di tutti.